Che quando si fa duro il gioco..

Ci sono notti in cui la notte
È troppo lunga anche per me
E sciolgo dentro un caffellatte
Ogni mio stupido perché
Il bello è proprio lì
Che quando si fa duro il gioco
Un’altra emozione è già qui…

Volevo scriverti e poi..

La verità è una scelta

“La leggenda vuole che un giorno la verità e la menzogna si siano incrociate.

– Buongiorno.- Disse la menzogna.
– Buongiorno.- Rispose la verità.
– Bella giornata.- Disse la menzogna.
Quindi la verità si sporse per vedere se era vero. Lo era.
– Bella giornata.- Disse allora la verità.
– Il lago è ancora più bello.- Rispose la menzogna.
La verità guardò verso il lago e vide che la menzogna diceva il vero e annuì.
La menzogna disse:
– L’acqua è ancora più bella. Nuotiamo.-
La verità sfiorò l’acqua con le dita ed era davvero bella e si fidò della menzogna.

Entrambe si spogliarono e nuotarono tranquille.
Qualche tempo dopo la menzogna uscì, si vestì con gli abiti della verità e se ne andò.
La verità, incapace di vestire i panni della menzogna, cominciò a camminare senza vestiti e tutti erano inorriditi nel vederla così.

Questo è il modo in cui ancora oggi le persone preferiscono accettare la menzogna, camuffata come verità e non la nuda verità.”

Ed è così che si preferisce denigrare la verità pur di non accettarla e crearsi alibi pur di rendere credibile la menzogna…

(Cit. dal web)

L’invidia dei poveri di spirito…

“L’invidia è la religione dei mediocri. Li consola, risponde alle inquietudini che li divorano e, in ultima istanza, imputridisce le loro anime e consente di giustificare la loro grettezza e la loro avidità fino a credere che siano virtù e che le porte del cielo si spalancheranno solo per gli infelici come loro, che attraversano la vita senza lasciare altra traccia se non i loro sleali tentativi di sminuire gli altri e di escludere, e se possibile distruggere, chi, per il semplice fatto di esistere e di essere ciò che è, mette in risalto la loro povertà di spirito, di mente e di fegato.Fortunato colui al quale latrano i cretini, perché la sua anima non apparterrà mai a loro. (Carlos Ruiz Zafón)”

Sono una donna piena di difetti. E di qualcuno nemmeno mi pento.
Sbaglio, ne sono cosciente e sono pure convinta del mio errore!
Un esempio per tutti… sono permalosa!! Dannatamente permalosa! Si, mi offendo con estrema facilità. Lo so che è un difetto…ma….dipende da un mio modo di vedere gli altri che io considero un dono.
Per “guarire” dal mio difetto..dovrei rinunciare al dono.
Sulla mia bilancia…non c’è confronto. Il Dono vince! Perciò resto permalosa…
E però…lascio che gli altri arrivino a toccare la mia anima.
E forse pure questo, molti lo considerano un difetto.
Aprirsi agli altri con facilità, credere nel prossimo, nonostante tutto..a dispetto di tutto.
E sapere che arriveranno ferite e che ti sentirai offesa per cose che tu hai reputato importanti e degne di rispetto e che invece, per i più non lo erano affatto…

Ma questo è solo uno dei miei tanti difetti.
Eh sì, se qualcuno lo sta pensando, ci avete preso! Sono anche un po’ presuntuosa.

Tra i tanti, però…quello che proprio manca è l’invidia.
In alcuni casi ci ho anche provato, eh!
Vedi una donna bellissima, senza un difetto e pensi… Che invidia! Come vorrei essere come Lei! Ma..NO!
Io proprio non ci riesco…
Forse perché ho troppa fantasia (altro difetto??) e un nanosecondo dopo aver fatto il pensiero “invidioso”, sono già lì ad immaginarmi così bella e…penso… Io che non faccio ginnastica perché mi annoia (ma portatemi in giro per la “mia” Roma e camminerò per ore e giorni, senza lamentarmi come nemmeno il più allenato dei maratoneti), io che inizio mille diete dimagranti ma che amo troppo il buon cibo e il buon bere, per fare una vita di rinunce, io che compro creme e trattamenti e poi li abbandono sul mobiletto del bagno finché non scadono, io che amo le persone imperfette, io che non sopporto i complimenti scontati degli uomini e quelli finti delle donne, come potrei vivere in un corpo così perfetto?
E, alla fine, quella che mi sembrava una cosa invidiabile, si trasforma quasi in una iattura e…mi scappa da ridere!!
Azspita!! Ho capito perché non invidio niente e nessuno!!
È colpa di un altro mio difetto!! …Io sto bene con questa me stessa, imperfetta e difettosa e amo la vita anche quando non è “rose e fiori”!! 😱😱
Così, inciampando nei miei difetti, ho scoperto di essere estranea al mondo dell’invidia…e questo però mi ha portata a fare nuove scoperte sulle persone.
Se non hai mai mangiato l’uva, se non ne conosci l’esistenza, vivrai serena senza di lei. MA. Se le persone che interagiscono con te, la conoscono e te la mostrano, la tua vita cambia. E il tuo rapporto con l’uva, inevitabilmente cambierà.
Con l’uva è facile.. Non è così con i sentimenti, anche se negativi, come l’invidia.
Se non la provi, ti sarà molto difficile capire chi invece la prova. E, purtroppo, tenderai a rapportarti con loro non considerando che il “fattore invidia” può influenzare i loro comportamenti.

Ho sempre pensato di essere al sicuro dagli “invidiosi”. Non sono bella, non sono ricca e la mia vita non è certo una vita fortunata. Anche se..Io non mi sento una “perseguitata dalla vita”.
Ho conquistato, inciampo dopo inciampo, ferita dopo ferita, una discreta “serenità in bilico” e..mi va bene così.
E però..nel mio cammino, ho perso di vista gli invidiosi. Questo strano gruppo di esseri umani..
Ma una delle loro caratteristiche è che loro invece, non perdono mai di vista nessuno!
E…, questo l’ho scoperto di recente, riescono ad invidiare anche le iatture altrui!!! 🙄🙄
No, sembra davvero incredibile!! Ma è così…
Ho sempre pensato che chi soffre di invidia, invidi solo le fortune degli altri…E invece! Recentemente ho scoperto che sono stata invidiata per le mie disgrazie!!! 😱😱😱😱

….sarà per via del fatto che niente di quello che mi è accaduto, è mai riuscito a togliermi il sorriso? (E pochi sanno quanto lavoro, dolore e lacrime, ci sono dietro a quel sorriso..)

…Ed in conseguenza di questa riflessione, ho scoperto che spesso con gli invidiosi, la vita è stata generosa, però…loro non sorridono quasi mai.
E mai ho visto sui loro visi, quello sguardo sereno che arriva dritto dal cuore.
Poveretti! Che pena mi fanno. Mai contenti, sciupano la loro vita alla ricerca di qualcosa che, pensano sia solo di altri e non si rendono conto che quello che vorrebbero è già dentro di loro… e basterebbe così poco per farlo uscire…

Maggio 2018

Si, ne è passato di tempo! E ne sono accadute di cose!

Qualcuna bella, qualcuna inaspettata, qualcuna brutta.

È vita. Ma…per dirla un po’ scontata… “sembrava la fine del mondo, ma sono ancora qua…”.

E si prosegue. E magari, chissà…potrei tornare più spesso qui. Ma non sono io a decidere, è la vita che comanda.

…però…. niente ci impedisce di sognare…😉