..bisogna saper passare dentro ai giorni tristi per raggiungere quelli felici.

Ci sono giorni che iniziano proprio storti. Come oggi. E sono la conseguenza di altri giorni storti. Come ieri.

E sono giorni in cui puoi decidere di fare due cose.

Subire tutto quello che ti capita. Come ieri. E passare una giornata di..fianda. (Eh, chi è pratico di cavalli, sa…)

Oppure…come oggi…fregartene se piove e c’è pure la nebbia e un vento che rende inutile qualsiasi tentativo di ripararsi dalla pioggia e uscire. E andare dal parrucchiere (piove? Estica!!) e poi a seguire quel seminario sulla filosofia. Chiedendoti se il fatto che fosse stato organizzato nello stesso giorno di Italia Scozia all’Olimpico..fosse un chiaro segnale del ‘momento cosmico’ che stai vivendo.

E poi.. trovarsi a sera a scrivere di una giornata iniziata male..ma finita benissimo!!

E il pomeriggio è stata una boccata di ossigeno! Ed è bello e inebriante scoprire che sono un po’ più ricca.. 😊

Devo innanzitutto dire un paio di cose:

ho scoperto che si può seguire un seminario di filosofia e quando finisce, sentirsi come quando si esce dal cinema e si è visto un gran bel film! Grande Prof Saraceni! Grazie!! 😊

Poi ho trovato nuove amiche.. E spero davvero che questo sia stato un ‘fantastico inizio’!! ❤️

Grazie ragazze!! 😘

E ora ecco la mia sgangherata cronaca:

Stasera ho capito che:

1)Se mi si rompe la macchina..da domani chiamerò il life/coach😉;

2)Cyrano de Bergerac è morto per una penna…😳 (Fatevi un pò i conti voi di quanto elevati potessero essere i valori all’epoca). Ma è anche vero che..ascoltata tutta la sua storia…si evince che in un solo uomo non possono mai coesistere intelligenza, cuore e bellezza… Quindi care donne..scegliete la qualità che preferite abbia il vs Uomo..e non pretendetene altre e soprattutto ricordate che i principi azzurri NON esistono. (Ma se siete indecise e non sapete quale qualità scegliere oppure le volete tutte (incontentabili!!) e siete molto brave a organizzare le vostre giornate e la vostra privacy…potreste tentare la via dei ‘tre uomini (ma mi raccomando) ignari dell’esistenza l’uno dell’altro’..)

3)Nonostante strane storie di tavole imbandite e lunghe forchette…tra Inferno e Paradiso io continuo a preferire il primo.. 😈 (Qui caro Prof…non mi hai convinta..)

4)E poi, il numero 4…potrebbe anche smetterla di sentirsi scontento di se e mettersi davanti allo specchio..così raddoppia e diventa 8 e fa godere un po’ il suo ego malconcio;

5)Insomma, alla fine, non so se ho capito proprio quello che voleva dire il Prof, ma non dispero. Pare che la filosofia sia un po’ come il vino…deve stare nella botte a maturare… Perciò attendo pazientemente che il mosto fermenti… 😉
Ah, quasi dimenticavo: nuove sfumature (non 50..) di colore tra i capelli!

  
E mi piacciono!! 😄
…e intanto l’Italia del rugby si sta avviando a conquistare l’ambito cucchiaio di legno… 😞

La primavera è alle porte e qualche fiore, da quest’anno, sarà petaloso

Guardate il cielo e domandatevi: la pecora ha mangiato o non ha mangiato il fiore?

Forse no…se c’è un bambino che lo vede ed è così petaloso..

(grazie a Giorgia Penzo 🙂 )

Gio. ✎

Margherita Aurora è l’insegnante di una scuola primaria di Copparo, in provincia di Ferrara. Qualche settimana fa, durante un compito sugli aggettivi, uno dei sui alunni – Matteo – ha descritto un fiore con un termine ben preciso: “petaloso“.
La parola, benché inesistente nella lingua italiana, è piaciuta così tanto alla maestra che ha suggerito di inviarla all’Accademia della Crusca per una valutazione. E la Crusca non si è fatta pregare.

matteo-parola-petaloso-cruscamatteo-parola-petaloso-crusca 2

Con un linguaggio adatto ai bambini Maria Cristina Torchia – della Redazione Consulenza Linguistica – ha risposto così (testo integrale):

Caro Matteo,
la parola che hai inventato è una parola ben formata e potrebbe essere usata in italiano così come sono usate parole formate nello stesso modo.
Tu hai messo insieme le parole petalo + oso ➺ petaloso = pieno di petali, con tanti petali.
Allo stesso modo in italiano ci sono:

  • pelo + oso ➺ peloso = pieno di peli, con…

View original post 431 altre parole

…dopo una notte insonne..

Un amico mi diceva sempre che se conosci già le regole e hai già fatto quell’errore…se lo commetti di nuovo, allora non puoi cercare giustificazioni. 

Se penso a tutti quelli che con cocciutaggine, a forza di sbagliare, hanno cambiato le regole…forse si sbagliava..

Ma se penso a quanto può essere dolorosamente inutile continuare a credere in certe persone…forse aveva ragione.. 

Conclusione: dormire fa bene al corpo e alla mente! 😉

La borsa di una donna pesa come se ci fosse la sua vita dentro  

Tra un libro che non vuole mai finire ed altri trucchi per fermare il tempo  
C’è la sua foto di un anno fa che ha messo via perché non si piaceva  

Ma a riguardarla adesso si accorge che era bella ma non lo capiva  

La borsa di una donna riconosce le sue mani e solo lei può entrare  

Nascosto in una tasca c’è quel viaggio che è una vita che vorrebbe fare  

Milioni di scontrini, l’inutile anestetico del suo dolore  

E stupidi sensi di colpa per quel desiderio di piacere  

E se ci trovasse quei giorni  

Di carezze fra i capelli  

Lei per due minuti soli  

Pagherebbe mille anni  

Anni spesi per ritrovare  

Le cose che qualcuno è riuscito a smarrire  

La voglia di sorridere, di perdonare  

La debolezza di essere ancora  

Come la vogliono gli altri  

La borsa di una donna non si intona quasi mai con quel che sta vivendo  

Nasconde il suo telefono gelosa di qualcuno che la sta chiamando  

Vicino alle sue chiavi la solita ossessione di scordarle ancora  

E in quel disordine apparente la paura di restare sola  

La borsa di una donna che può rivelare i suoi segreti in un momento  

E forse nella tua distrattamente la sua vita c’è rimasta dentro  

Tu che pensavi che ci fosse rimasto un po’ di spazio per un altro amore  

Invece nella borsa di una donna non c’è posto per dimenticare, dimenticare…  

E vai dove ti porta il cuore, si…  

Un ritaglio dentro la patente  

Ci sei stata mille volte ma  

Non ci hai mai trovato niente  

Niente che ti aiuti a capire  

Il senso di una sera che non sa meravigliare  

Il senso del tuo ricordare e progettare  

Scordandoti di vivere adesso  

Adesso che si alza un vento che spazza le nuvole  

E che si porta via gli inverni  

La polvere, i dubbi e i miracoli  

Aspettati mille anni  

Anni spesi per ritrovare  

Le cose che qualcuno è riuscito a smarrire  

La voglia di sorridere, di perdonare  

La debolezza di essere ancora  

Come ti vogliono gli altri  

La borsa di una donna pesa come se ci fosse la mia vita dentro  

Questo piccolo grande ammmore..

La ‘mia’ musica era il Jazz di Tom Waits, ma anche i sax di Charlie Parker e John Coltrane e lo swing di Bennie Goodman. Il pianoforte di Einaudi e la word music di Yanni. Con qualche puntatina rock/pop..ma selezionata con cura come un sommelier fa con un buon vino..

Poi un giorno mi hai dedicato DOREMIFASOL e a me è sembrata la canzone più bella del mondo. Ecco. Questo, secondo me, è Amore… 😉

Impossible is Nothing

labirintidimemorie

Impossibile è solo una parola pronunciata da piccoli uomini, che trovano piu’ facile vivere nel modo che gli è stato dato, piuttosto che cercare di cambiarlo. Impossibile non è un dato di fatto. E’ un’opinione. Impossibile non è una regola. E’ una sfida. Impossibile non è uguale per tutti. Impossibile non è per sempre…
Impossible is Nothing -Spot Adidas –521939_513251008769138_1732127735_n.jpg

View original post